ISTOLOGIA

Docenti: 
GOVONI Paolo
Crediti: 
1
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Settore scientifico disciplinare: 
ISTOLOGIA (BIO/17)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Lingua dell'insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Obiettivi formativi del corso sono quelli di fornire agli studenti le conoscenze di base sulla cellula eucariote e sui tessuti. Al termine del corso, gli studenti conosceranno e saranno ingrado di discutere in maniera critica della cellula eucariote, delle relazioni intra e intercellulari nonche' della organizzazione tissutale.

Obiettivi formativi del corso sono quelli di fornire agli studenti le conoscenze di base sulla cellula eucariote e sui tessuti. Al termine del corso, gli studenti conosceranno e saranno ingrado di discutere in maniera critica della cellula eucariote, delle relazioni intra e intercellulari nonche' della organizzazione tissutale.

Prerequisiti

NO

No

Contenuti dell'insegnamento

IIl Modulo di Istologia intende fornire agli studenti nozioni sulla la cellula e le sue componenti (il plasmalemma, il citoplasma, l'apparato del Golgi, il reticolo endoplasmatico,
i mitocondri, il nucleo), sul ciclo cellulare, le cellule staminali, i processi del differenziamento cellulare, la formazione e l'organizzazione dei
tessuti.

Il Modulo di Istologia intende fornire agli studenti nozioni sulla cellula e le sue componenti (il plasmalemma, il citoplasma, l'apparato del Golgi, il reticolo endoplasmatico, i mitocondri, il nucleo), sul ciclo cellulare, le cellule staminali, i processi del differenziamento cellulare, la formazione e l'organizzazione dei tessuti. Inoltre si porrà attenzione ai processi di base della spermatogenesi ed ovogenesi, fecondazione e prime 4 settimane di sviluppo embrionale, fino alla delimitazione tridimensionale dell'embrione umano e all'inizio della organogenesi.

Programma esteso

Le biomolecole e i complessi sopramolecolari (solo relativamente agli elementi propedeutici alla disciplina). Il protoplasma: Aspetti strutturali, aspetti energetici, aspetti funzionali. Il metaplasma. Gli organi e gli apparati della cellula: aspetti morfologici e funzionali. Il ciclo cellulare e i meccanismi di duplicazione della cellula. Concetti di base su cellule staminali e cellule differenziate. Le popolazioni cellulari.
Aspetti morfologici e funzionali propri dei vari tipi di cellule somatiche differenziate. Le cellule germinali. I tessuti.

Le biomolecole e i complessi sopramolecolari (solo relativamente agli elementi propedeutici alla disciplina). La cellula: Aspetti strutturali, aspetti energetici, aspetti funzionali. La matrice extracellulare. Gli organi e gli apparati della cellula: aspetti morfologici e funzionali. Il ciclo cellulare e i meccanismi di duplicazione della cellula. Concetti di base su cellule staminali e cellule differenziate. Le popolazioni cellulari.
Aspetti morfologici e funzionali propri dei vari tipi di cellule somatiche differenziate. Le cellule germinali. I tessuti.
Fecondazione e prime quattro settimane di sviluppo, con accenni all'organogenesi iniziale. Struttura e sviluppo della placenta.

Bibliografia

Materiale didattico fornito dal docente incluse le diapositive del corso.
Il testo di riferimento e':
R. SCANDROGLIO: LA CELLULA; ED. SCIENTIFICHE OPPICI
R. SCANDROGLIO: I TESSUTI DEFINITIVI ED. SCIENTIFICHE OPPICI

Materiale didattico fornito dal docente incluse le diapositive del corso.
I testi di riferimento sono:
- S. Adamo et al. ISTOLOGIA per i corsi di l. in prof. sanitarie - ed. PICCIN
- A.L. Mescher JUNQUEIRA Istologia Testo e Atlante - ed. PICCIN
- G. Sica et al. ISTOLOGIA per le professioni sanitarie - casa ed. Idelson-Gnocchi GG SORBONA
- R. Colombo, E. Olmo BIOLOGIA. Cellula e tessuti - Edi ermes
- M. Barbieri, P. Carinci EMBRIOLOGIA Casa Editrice Ambrosiana
- M. De Felici et. al. Embriologia Umana - ed. PICCIN

Metodi didattici

All'inizio di ciascuna lezione frontale il docente, prima di procedere nell'argomento successivo del programma, riassumera' e verifichera' l'apprendimento dei temi trattati precedentemente coinvolgendo gli studenti in una discussione interattiva.

All'inizio di ciascuna lezione frontale il docente, prima di procedere nell'argomento successivo del programma, riassumera' e verifichera' l'apprendimento dei temi trattati precedentemente coinvolgendo gli studenti in una discussione interattiva.

Modalità verifica apprendimento

Oltre alle verifiche in itinere descritte sopra e' previsto un esame finale scritto. L'esame finale consistera' di domande sugli argomenti trattati durante il corso tese a verificare non solo la comprensione dell'argomento specifico, ma la capacita' dello studente di tracciare, usando il linguaggio appropriato, quei collegamenti necessari alla descrizione del fenomeno biologico.

Oltre alle verifiche in itinere descritte sopra e' previsto un esame finale orale. L'esame finale consistera' di domande sugli argomenti trattati durante il corso tese a verificare non solo la comprensione dell'argomento specifico, ma la capacita' dello studente di tracciare, usando il linguaggio appropriato, quei collegamenti necessari alla descrizione del fenomeno biologico.

Altre informazioni