DIRITTO DEL LAVORO

Docenti: 
Docente: PALLADINI Susanna
Crediti: 
2
Anno accademico di offerta: 
2017/2018
Settore scientifico disciplinare: 
DIRITTO DEL LAVORO (IUS/07)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano.

Obiettivi formativi

Il corso ha l’obiettivo di consentire allo studente di conoscere e comprendere gli elementi essenziali del contratto di lavoro, sia quello privato, sia quello alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche: a questo scopo, lo studente verrà messo nella condizione di sapere individuare gli snodi fondamentali e problematici che caratterizzano la genesi, lo sviluppo e la conclusione del rapporto di lavoro, allo scopo di fornire altresì la capacità di riferire criticamente sulle principali questioni legate al vincolo giuridico tra datore e lavoratore subordinato. Inoltre, l’analisi dettagliata dei diversi istituti coinvolti darà allo studente la possibilità, applicando la conoscenza e la comprensione dei temi trattati, di acquisire autonomia di giudizio e approccio critico nell’esame di tematiche legate alla formulazione contrattuale e all’inserimento nel mondo del lavoro.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso si articolerà in due parti: una prima parte di lezioni sarà dedicata agli istituti fondativi del diritto del lavoro e sindacale, quali le fonti, la contrattazione collettiva, il ruolo e le funzioni delle organizzazioni sindacali; una seconda parte verrà invece indirizzata all’approfondimento dei temi legati più strettamente al contratto di lavoro: doveri e i poteri delle parti, mercato del lavoro e contratti di lavoro flessibili, recesso e tutela dei diritti del lavoratore subordinato. Le lezioni daranno conto, in particolare, delle specificità attinenti al rapporto di lavoro nel comparto sanità, nonché di eventuali modifiche legislative sopravvenute, fornendo altresì gli strumenti, dottrinali e giurisprudenziali, utili ad interpretare i diversi istituti.

Bibliografia

R. DEL PUNTA, Diritto del lavoro, Giuffrè, Milano, 2016.

Sezione prima: cap. IV. La Costituzione. – cap. VI. Le fonti del diritto del lavoro.
Sezione seconda. cap. I. Organizzazione e azione sindacale. - cap. II. Sindacato e ordinamento giuridico. - cap. III. La contrattazione collettiva. - cap. V. Le relazioni sindacali in azienda.
Sezione quarta. cap. I. Il lavoro subordinato. - cap. II. I lavori non subordinati.
Sezione quinta. cap. I. L’accesso al lavoro. – cap. II. La struttura del rapporto di lavoro. – cap. III. Oggetto e luogo della prestazione di lavoro. - cap. IV. Il tempo della prestazione di lavoro. – cap. VI. Il potere disciplinare. - cap. VIII. La tutela della persona sul lavoro - cap. XI. L’estinzione del rapporto di lavoro
Sezione sesta. cap. I. Il lavoro a orario ridotto e flessibile. - cap. II. Il lavoro a termine. - cap. III. Il lavoro dei giovani. - cap. IV. Il lavoro “esterno”: §§ 5-9.
Le diapositive utilizzate a supporto delle lezioni verranno caricate sulla piattaforma Elly in due tranches: una prima circa a metà corso, una seconda alla conclusione delle lezioni.

Metodi didattici

Il corso si articola su lezioni frontali. Durante le lezioni verranno evidenziate le caratteristiche fondative di ogni istituto, nonché discusse le problematiche generali legate alla loro applicazione e agli eventuali orientamenti giurisprudenziali connessi all’interpretazione dei maggiori e più controversi concetti giuridici coinvolti.

Modalità verifica apprendimento

L’accertamento del raggiungimento degli obiettivi previsti dal corso prevede un esame scritto, in un’unica data al termine del ciclo di lezioni (data che verrà concordata con il docente durante le prime settimane di lezione), mediante domande (circa 15) a risposta multipla (4 possibili risposte, di cui una sola esatta): l’obiettivo dei quesiti sarà quello di verificare il raggiungimento della conoscenza e della comprensione della disciplina dei diversi istituti lavoristici affrontati a lezione, nonché della capacità di sapere valutare una loro applicazione pratica.
La durata della prova scritta è pari a 2 ore. La prova scritta è valutata con scala 0-30. La lode viene assegnata nel caso di compito completo privo di errori.